Ambiente e Territorio

Posidonia oceanica (foto di Fabrizio Frixa)
Un progetto italo-tunisino per il recupero della Posidonia oceanica

Si chiama “Miarem” ed è sviluppato da un partenariato di cui fa parte l’ateneo catanese con diversi dipartimenti

pomodori
Conservabilità, qualità e sicurezza dei prodotti ortofrutticoli ad alto contenuto di servizio

Il Di3A partner del progetto "Pofacs" per l’innovazione e la sostenibilità in agricoltura

Ricercatori nella Valle dei Templi
Valle dei Templi, al via lo studio geomorfologico e geologico dell’area archeologica

Collaborazione tra il Parco archeologico e paesaggistico e il gruppo di Geologia applicata del dipartimento di Scienze biologiche, geologiche e ambientali

Handywater, soluzioni innovative per la gestione sostenibile delle risorse idriche
Soluzioni innovative per la gestione sostenibile delle risorse idriche

Avviate le attività di monitoraggio del progetto Handywater sugli effetti del cambiamento climatico sulle colture mediterranee

Pesce scorpione (foto di Wolfgang Poelzer)
Il pesce scorpione riappare lungo le coste italiane. Nuova invasione biologica?

Il parere degli esperti sulla colonizzazione di alcune aree del Mediterraneo

Antartide, Osservatorio vulcanologico (foto PNRA)
Realizzato in Antartide un Osservatorio Vulcanologico permanente

Gestito dall’Università di Catania e dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, avrà competenze multidisciplinari per nuove ricerche vulcanologiche

Un momento della passeggiata a Librino
Spazi pubblici di prossimità a Librino

La “passeggiata” in uno dei quartieri di Catania è stata premiata nell’ambito dell’iniziativa “Jane’s Walk 6.0” dell’Istituto Nazionale di Urbanistica

Un momento delle attività di ricerca sul Massiccio del Rehamna in Marocco
Da materiale di scarto delle miniere a georisorsa

Sull’asse Italia-Marocco, con il contributo di Unict, un progetto congiunto per favorire l’economia circolare e l’eco-sostenibilità

Etna, specie vegetale
Le piante dell’area mediterranea tra conservazione e valorizzazione

L’Università di Catania ha ospitato quasi un centinaio di esperti di tutto il mondo per approfondire studi e ricerche

gioielli pompei
I gioielli di Pompei analizzati dall'Università di Catania

I docenti Germana Barone e Paolo Mazzoleni hanno svolto analisi gemmologiche non distruttive su alcuni oggetti di valore più importanti rinvenuti negli scavi archeologici